Scuola di Teatro



Bradipoteatar

Le Barnos

7 che pauuura!

Lo spettacolo si divide in sette quadri e ognuno di essi incarna un diverso punto di vista sul tema di fondo: l'astrazione della solitudine umana.
Piccoli giochi tragicomici con la realtà:
un uomo uccide una donna, una sorda e un cieco s'immaginano ballerini, un dio si ritira, un'ombra e un riflesso litigano, lo sfogo di un lutto, l'istantanea di una sola, un diavolo – dite?
I rapporti interpersonali possono essere minati o dalla solitudine, o dalla paura dell'abbandono; logorati dalla monotonia e dall'oppressione, possono sfociare in fantasie di mondi alternativi in cui regna l'immaginazione o la violenza.

I° quadro:
La sua rappresentazione d'addio di Jacques Prévert tradotto da Bradipoteatar
Musiche: Le lo milim dei Zemer Zemer Lach, I Hate Men di Cole Porter, Brush Up Your Shakespeare di Cole Porter.
II° quadro:
Dove vado, da dove vengo di Jacques Prévert tradotto da Bradipoteatar. Musica: Partizani dei Gevatron

 

III° quadro:
Ciud l'aqua di Andrea Tamagnini
IV° quadro:
Salpare in mare di Aleksandra Di Capua. Musica: La mer
(Dialogue du vent et de la mer) di Claude Debussy
V° quadro:
Lo stato di Ettore e Claudia di Tommaso Fortunato. Musica: Silenzio dei Ratatuja
VI° quadro:
Il diavolo di Fabio Giubbani, adattamento e voce di Aleksandra Di Capua
VII° quadro:
Imago lucis opera expressa

Sipario musica: Baomoro dei Ratatuja.

Interpreti: Francesca Cioffi, Tommaso Fortunato, Ettore Marziali, Helena Pola, Andrea Tamagnini


Regia: Aleksandra Di Capua
Scenografie e costumi: Helena Pola

 

Collaborazioni: Shiva Bayat-Sarmadi, Aurelio Battarra, Francesco Romè, Maurizio Belardi, Federico Pizzuto, Veljko Vuković

Speciali ringraziamenti: ai Ratatuja, a Roberto Umbra, allo Zoom, al T.P.O., Asher e Enrica, Massimiliano Cossati, e in particolare a Roberta Littarru.

7 che pauuura! (1998.) - Rassegna Teatrale “Texture – Stili del Nuovo. Teatro Tecnologico”, Zoom (BO); Rassegna teatrale “Il Teatro. L'infinito in una stanza”, Zola Predosa (BO); Teatro Titano, RSM

Copyright © 1996 Bradipoteatar | Website by Veljko Vukovic