Scuola di Teatro



Bradipoteatar

Le Barnos

Racconti di notte

Lo spettacolo, nasce dall'idea di un programma radiofonico che trasmette di notte le telefonate degli ascoltatori, che raccontano strane storie. Dal microfono escono brevi ritratti di storie inquietanti, di amore e di morte, racconti che illuminano a sprazzi la notte e hanno sapori misteriosi e grotteschi. L'atmosfera in cui si snodano i monologhi, è volutamente ambigua e si muove tra storie nere e affreschi di vita quotidiana. In bilico tra realtà e mistero, i personaggi esplorano le proprie paure e ossessioni. La colonna sonora è trascinante, composta da brani di grande jazz (Mingus, Giuffre, Peterson), che diventano co-protagonisti nei monologhi, trasportando le parole e le emozioni con grande intensità.
Non è una musica che ‘fa atmosfera', ma come usualmente accade nel nostro lavoro, diventa un personaggio aggiunto a tutti gli effetti.
‘Racconti di notte' viene rappresentato in spazi angusti, nicchie, angoli nascosti degli spazi teatrali e non.

 

 

‘Ciud l'aqua'
di Andrea Tamagnini, in dialetto sammarinese. Un personaggio mascherato con una doppia voce, una profonda e l'altra acutissima, racconta dei difficili rapporti coniugali e con delle fastidiosissime zanzare: finirà col confondersi…

‘Ephemeroptera'
di Aleksandra Di Capua. Un'eterea presenza quasi impalpabile e delicata, viene sopraffatta dal contatto con l'essenza crudele e reale della quotidiana follia dell'esistere.

‘Penelope'
di Aleksandra Di Capua. Breve ed intensa attualizzazione della paziente tessitrice. L'istinto di una donna contemporanea potrà sopportare l'attesa e il sacrificio?

‘Susan'
liberamente tratto da ‘Letto tra le lenticchie' di Bennet. L'ironico racconto della moglie alcolizzata di un vicario protestante delusa dalla vita.

‘Il lamento di Jacob'
ispirato a ‘Jakob Apfelbok' di Brecht. Una coreografia di danza su musica di Stratos e le parole del grande drammaturgo tedesco.

‘Ratti'
di Andrea Tamagnini. L'incontro ravvicinato di un uomo e un ratto. Il disgusto e la paura ci avvicinano al magico mondo del Rattus Norvegicus, fino alla conclusione di una romantica cenetta a due a base di ‘carne e patate'.

 

Con:
Andrea Tamagnini
Francesca Cioffi

Aleksandra Di Capua - regia
Helena Pola – costumi

 

Durata dello spettacolo : 50 minuti

Necessità tecniche:
6 riflettori
lettore CD

 

Spazio scenico:
Lo spettacolo si adatta ad ogni spazio teatrale, sfruttando nicchie e spazi nascosti. Può essere itinerante.

Racconti di notte ha debuttato il 7 febbraio 2004 a Bologna, all'interno della rassegna ‘Marconi. Il genio. Il futuro', al Palazzo di re Enzo e del Podestà, Bologna. Festival ‘MarteLive' (Roma), Festival Internazionale di Teatro Calanchi (RSM); Rassegna ‘Oltremisura' (Montescudo)

Copyright © 1996 Bradipoteatar | Website by Veljko Vukovic