online web builder
La nostra Scuola prevede due trimestri, uno invernale e uno primaverile, che si concludono con degli spettacoli che vengono mostrati di fronte ad un pubblico sempre entusiasta e molte volte incredulo di fronte agli incredibili risultati che i piccoli attori riescono ad ottenere.
 

2019/2020
1. Odissea (Teatro)
2. Il Fantasma dell'Opera (Danza Creativa)

2018/2019
1. Le fiabe di Beda il Bardo (Teatro)
2. La storia del Polpo e del Mare (Danza Creativa)
3. Le mille e una Notte (Teatro)
4. La lampada magica (Danza Creativa)
 
2017/2018
1. Mes-SAGGI dalla Scena
2. Ember (Teatro)
3. La Boutique Fantastique (Danza Creativa)
4. Personaggi in cerca di Attori (Junior) 
 
2016/2017
1. Fantasia 2016 (Danza Creativa)
2. Le Leggende di Re Artù (Teatro)
3. Pan (Teatro)
4. Cappuccetto Rosso (Danza Creativa)
 
2015/2016
1. Le favole di Esopo (Teatro)
2. Cenerentola (Danza Creativa)
3. Ortone e il mondo dei Chi
 
2014/2015
1. Il Macinino magico, ovvero come il mare diventò salato (Teatro)
2. L'abito nuovo dell'Imperatore (Danza Creativa)
3. Un sogno d'estate


2013/2014
1. Tutta mia la città (Teatro)
2. Il Centro del mondo (Danza Creativa)
3. Il paese delle Meraviglie

2012/2013
1. Festa Magica di Mezzanotte
2. Teseo e Arianna
 
2011/2012
1. Fantasia d'inverno
2. Il viaggio sulla Luna
 
2010/2011
1. Albero di Natale
2. Il Libro della Giungla
 
2009/2010
1. Quella volta che Babbo Natale non si svegliò in tempo
2. La leggenda di Marino
 
2008/2009
1. Nightmare before Christmas
2. Robin Hood
 
2007/2008
1. Un Racconto di Natale
2. La macchina del tempo
Progetti speciali allievi Scuola:

2020 Un uomo comune
lo spettacolo è ispirato al testo ‘La banalità del male’, della filosofa ebrea tedesca Hannah Arendt. Il saggio della Arendt è stato scritto dopo il processo tenuto nel 1961 a Gerusalemme, al gerarca nazista Adolf Eichmann, uno dei principali responsabili dell’Olocausto e della soluzione finale. La figura dell’organizzatore del sistema di sterminio nazista, lascia però stupita e disorientata la Arendt, poiché pensando di incontrare il simbolo della violenza umana, l’incarnazione stessa del Male, si trovò invece di fronte ad un misero Uomo Comune, ‘normale’. Un uomo insignificante ed ordinario, inquietante perché si distingue dagli altri unicamente per la sua totale assenza di pensiero, che lo ha spinto a mescolarsi al regime e a partecipare attivamente ai crimini più feroci, senza neanche rendersene conto, senza capirne le conseguenze ed assumersene le responsabilità. Il male perpetrato da Adolf Eichmann è un male che si può espandere come un fungo sulla superficie del mondo intero, perché chiunque può essere Eichmann, basta essere senza idee, come lui. Un uomo ‘comune’.
La messinscena è al tempo stesso grottesca e a tinte forti, rappresentando con stilemi teatrali, anche la durezza della vita all’interno dei lager nazisti. Lo spettacolo ha ospitato al Teatro Titano tutte le Scuole superiori della Repubblica.

2019 I racconti del Bardo
Lo spettacolo è liberamente ispirato al libro ‘Le fiabe di Beda il Bardo’, di J.K. Rowling ed è ambientato in un mondo in cui maghi e babbani vivono insieme, condividendo le stesse passioni ed emozioni. Si parla di magia, amore, morte, desideri, rinascite e tanto tanto divertimento. E’ un’occasione per riflettere e sorridere, attraverso la grande magia del Teatro. Lo spettacolo è stato interpretato dai nostri allievi Medie alla Riscossa, ed ha partecipato al Festival Internazionale Un Palcoscenico per ragazzi di Bellusco.

2019 Teste Tonde e Teste a Punta
Lo spettacolo nasce dalla necessità di parlare di temi tremendi accaduti quasi un secolo fa, che sembrano potersi riaffacciare nel nostro quotidiano. Il razzismo, le divisioni tra i popoli, le guerre scatenate per motivi economici mascherate da conflitti ideologici. Brecht immaginò le tragiche conclusioni del nazismo, diversi anni prima che si concretizzassero, nel momento in cui la società tedesca lasciava emergere spinte estremiste con le tragiche conseguenze che conosciamo. La classe Junior 2 ha presentato lo spettacolo al Teatro Titano a tutte le Scuole Superiori della Repubblica, al Festival Nazionale e Europeo del Teatro dei Ragazzi a Marano sul Panaro e al Teatro Ermanno Fabbri di Vignola alla Rassegna del Mattino.


2015/2016 Prometeo  
Lo spettacolo è una rielaborazione di diverse varianti della tragedia di Eschilo e la reinterpretazione registica di Aleksandra Di Capua e Andrea Tamagnini, sottolinea la figura del personaggio di Prometeo, il dio che donò il fuoco della conoscenza agli uomini e per questo fu punito dall’ira dei suoi pari.
Prometeo incarna la figura del Ribelle, mosso dalla compassione per gli uomini e dal risentimento nei confronti degli altri dei.
 La messa in scena è essenziale e suggestiva, con una colonna sonora molto d’impatto. Sono state ospiti al Teatro Titano le scuole Medie e Superiori della Repubblica.

2014/2015 Giulia e Romeo
Lo spettacolo è una rivisitazione molto intensa e liberamente tratta da Romeo e Giulietta di Shakespeare. La vicenda di un amore osteggiato da forze esterne, seguendo la forza beffarda del destino, conduce ad un inevitabile tragico finale, che restituisce però all’amore una dimensione epica ed eterna.
I giovani adolescenti in scena danno vita ad una rappresentazione essenziale, incentrata sulla forza della recitazione e delle magiche parole del grande bardo, che porta i talenti degli attori ad esprimersi al meglio. Al centro della tragedia, nella chiave di lettura proposta, c’è la figura femminile di Giulia, che riesce ad esprimere la complessità dell’animo femminile, dividendosi in tante personalità affiancate, che si sovrappongono e danno ulteriore profondità alla visione dello spettacolo.
Lo Spettacolo è stato in tournèe nelle scuole medie e superiori della Repubblica.

2012 Della Rosa e del Serpente
Lo spettacolo è liberamente ispirato alla chiave di lettura di M.Turci del celeberrimo Piccolo Principe di Antoine de Saint-Exupéry, ed è una riduzione per 6 personaggi di questo racconto denso di significati ed emozioni. E’ una rivisitazione filtrata attraverso gli occhi dei ragazzi, per cui vengono sviluppate tematiche come l’amicizia, la scoperta dell’ignoto e di sé stessi.
La messinscena delicata ed intensa, prevede un’atmosfera molto suggestiva che sottolinea la convincente recitazione degli attori nei monologhi, nei dialoghi e nelle parti fisiche impegnative e stimolanti per l’immaginazione del pubblico. La regia cerca di evidenziare la bravura dei ragazzi e la ricchezza del testo, attraverso la cura dei costumi e degli oggetti di scena, essenziali e suggestivi, così come le musiche e le luci. Tutto tende a trasportare il pubblico in un’atmosfera surreale dove le parole dette, ricreano tutti i significati delle parole scritte.
Lo spettacolo ha partecipato a diversi Festival tra i quali segnaliamo la vincita al Franco Agostino Teatro Festival di Novara.

2012 Dario Fo  
Nell'estate 2012 i docenti di Teatro e alcuni allievi delle classi Junior e Adulti della Scuola di Teatro Bradipoteatar, hanno partecipato in veste di attori all'allestimento e alla messa in scena della presentazione in forma di spettacolo, della Mostra dei dipinti del Premio Nobel Dario Fo, presso la Pinacoteca di San Francesco.
Il lavoro attoriale si è rivelato molto proficuo per la crescita della Scuola e dell'esperienza dei partecipanti, messi alla prova per esporre le opere di Dario Fo alla maniera di Dario Fo, davanti a Dario Fo, dopo le prove a casa di Dario Fo !!!!
Bradipoteatar non può che essere grato ed orgoglioso per aver partecipato a questo evento, lavorando così a stretto contatto con uno dei più grandi artisti, tanto più che il risultato scenico ha colpito l'interesse di Fo, che ci ha congedato ringraziandoci per quanto di personale abbiamo aggiunto alle sue idee.

2010/2012 Pollicina
A scuola arriva una nuova ragazza: Pollicina. Presa di mira da un gruppetto di ragazzi della sua classe. Ma se nella celebre favola di Andersen, Pollicina è una bambina bellissima, piccola come un pollice, nella nostra versione la protagonista è decisamente la più alta della classe. Lo spettacolo racconta del difficile passaggio che i ragazzi attraversano, quando la scuola diventa momento di bullismo ed emarginazione, per chi è diverso dagli altri per qualche motivo. I giovani attori in scena trattano questo preoccupante fenomeno che tocca purtroppo anche le nostre scuole, in maniera molto delicata e poetica, con una messinscena semplice e suggestiva. Non mancherà, come nelle migliori favole, il lieto fine… perché ognuno è speciale.
Pollicina è stato in ‘tournée’ nelle scuole Elementari e Medie della Repubblica, nato dall’esigenza dei nostri allievi di confrontarsi con un tema delicato come quello del bullismo.
Il lavoro creativo ha permesso di affrontare con leggerezza un argomento spinoso, con un linguaggio semplice e suggestivo. Ha partecipato e vinto la Noce D'oro come miglior spettacolo alla Rassegna di Teatro e Scuola ‘TEATER’ a Maiori (SA).

Contatti

Indirizzo:

Via Rio Cerbiano, 10
47897 Fiorentino
Rep. San Marino

Cellulare:

+39 335 7339768

E-mail:

bradipoteatar@bradipoteatar.com

SEGUICI!

Copyright © 1996 Bradipoteatar | Website by Bradipoteatar